Jane Austen la divina

jane austen 3

Lo confesso. Ho fatto parte a lungo di quella cerchia di persone che non l’hanno mai letta, per pigrizia o perchè colpiti dallo strale del pregiudizio, lo stesso che nei suoi libri lei ha dipinto in diversi colori e sfumature.

 

Continue Reading →

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

29. novembre 2017 by Anna Puleo
Categories: writing and more | Tags: | Leave a comment

Parole

Colin in God we trust

«Io credo soltanto nella parola. La parola ferisce, la parola convince, la parola placa. Questo, per me, è il senso dello scrivere». Sto pensando a un articolo sulla parola cercando il punto di vista giusto per eludere il cappio dello scontato, del già detto, del banale, quando mi capita sotto gli occhi questa frase di Ennio Flaiano, uno che le parole le conosceva quanto l’aria che respirava.

Continue Reading →

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

22. novembre 2017 by Anna Puleo
Categories: writing and more | Tags: | Leave a comment

Cento anni

cento anni 1917 2017

Sconfitta. Disfatta. Catastrofe. In un elenco di parole-chiave del Novecento, questi termini starebbero ai primi posti se è vero che il cd. ‘secolo breve’, che tanto breve poi non è, è profondamente percorso da sciagure abissali. E da profondi rinnovamenti. Alla radice della parola del resto c’è il greco κατα-στροϕή, che indica il mutamento di ogni cosa. Il secolo si apre con la scoperta della ‘teoria dei quanti’ che spalanca orizzonti inediti alla scienza, Freud pubblica L’interpretazione dei sogni, l’anarchico Bresci uccide Umberto I, muoiono anche la regina Vittoria e Nietzche. Raffigurazione plastica della fine di un’epoca che innerva alcuni semi nella nuova era che sta arrivando. Anticipando alcuni degli eventi epocali del secolo: la Rivoluzione d’Ottobre, il primo e il secondo conflitto mondiale.

Continue Reading →

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

15. novembre 2017 by Anna Puleo
Categories: writing and more | Tags: , | Leave a comment

1917: la rivoluzione delle donne

rev_oct_1917

Che la Russia fosse, in questi ultimi giorni, alla vigilia di una rivoluzione, è indubitabile….L’essenziale adesso è la stampa e l’organizzazione degli operai in un partito socialdemocratico rivoluzionario […]. Sono assolutamente indispensabili un programma ed una tattica più rivoluzionari (se ne ritrovano gli elementi in K. Liebknecht, nel Socialist Labor Party americano, nei marxisti olandesi e così via) ed è assolutamente necessario unire il lavoro legale con quello illegale […] con l’obiettivo della conquista del potere da parte dei “Soviet dei deputati operai” […]. Abbiate la bontà […] di scrivermi un paio di righe per sapere fino a che punto siamo d’accordo e fino a qual punto no…

Continue Reading →

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

07. novembre 2017 by Anna Puleo
Categories: writing and more | Tags: | Leave a comment

Donne guerriere sciamane sulla Via della Seta

lilith donne

Sono arrivata nello Xinjiang in cerca di prove archeologiche sulla presenza dei Saka nell’area e di tracce dei loro legami con i Saka del Kazakistan. Molti oggetti ritrovati nei musei e nei siti funerari confermavano le mie ricerche, e allora ho iniziato a chiedermi come questi nomadi così avventurosi potessero aver influenzato le popolazioni stanziali che avevano incontrato”.

Continue Reading →

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

31. ottobre 2017 by Anna Puleo
Categories: writing and more | Tags: , | Leave a comment

Giovanna Marini, la signora della canzone italiana

giovanna marini3

Arriva lentamente con la sua chitarra, risponde con un sorriso a chi la saluta (Ciao Giovanna!), raggiunge il palcoscenico, si siede sullo sgabello, attende qualche minuto il cessare del chiacchiericcio in sala, poi attacca a cantare. I capelli sono diventati bianchi ma il tempo sembra non essere trascorso affatto per la ragazza che frequentava Pasolini e Calvino, che negli anni ’60 scopriva la musica popolare insieme a Roberto LeydiGianni Bosio, Sandro Portelli e Diego Carpitella, andando in giro per l’Italia a raccogliere canti e poesie della tradizione, in italiano e in dialetto, per studiarli, trascriverli, rielaborarli e riproporli.

Continue Reading →

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

24. ottobre 2017 by Anna Puleo
Categories: writing and more | Tags: | Leave a comment

Essere John Fante. La poetica di un outsider in un libro di Eduardo Margaretto

fante3

Non credo di conoscere l’invidia. C’ è qualcosa che le si avvicina, e la provo di fronte a quelle persone che sanno sempre dove vogliono andare. E ci vanno, a qualsiasi costo. Tipi, per intenderci, come John Fante. Non è ancora maggiorenne quando decide che la sua strada è tracciata, ed è fatta di storie e di parole. Rimane folgorato da Dostoevskij, poi incrocia Flaubert, Kurt Hamsun, Jack London, Hemingway, Fitzgerald, Steinbeck, e inizia a scrivere.

Continue Reading →

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

18. ottobre 2017 by Anna Puleo
Categories: writing and more | Tags: , | Leave a comment

Picasso in Italia

picasso olga cocteau

Guarda dirittamente nell’obiettivo la bella ragazza dagli zigomi alti, la massa dei capelli raccolti nello chignon. Accanto ha due uomini, uno alto, i tratti nordici, l’altro basso e muscoloso, il ciuffo di capelli corvini sugli occhi incandescenti, persi nell’adorazione di lei. L’immagine è una delle testimonianze del periodo che Pablo Picasso e Jean Cocteau trascorsero in Italia, dove il pittore spagnolo conosce Ol’ga Khochlova, se ne innamora e la sposa.

Continue Reading →

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

10. ottobre 2017 by Anna Puleo
Categories: writing and more | Tags: , | Leave a comment

Amarcord: Morte accidentale di un anarchico di Dario Fo

Dario-Fo-a-Copenhagen-1984_04

Una serata grigia e piovosa. Una di quelle in cui ti spalmi sul divano sotto il plaid a vedere la tv. Zapping. Stai per deviare verso gli ultimi libri da leggere quando sullo schermo compare un tipo buffissimo che comincia a dimenarsi e a muovere le braccia come un mulino a vento, mentre due uomini e un poliziotto lo osservano allibiti. Le telecamere si spostano sul pubblico che ammicca e ride alle battute che gli attori si scambiano sul palco.

Continue Reading →

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

03. ottobre 2017 by Anna Puleo
Categories: writing and more | Tags: | Leave a comment

Sylvia Plath, i demoni della scrittura e l’arte della vita. Una mostra allo Smithsonian la ricorda

sylvia plath-

Punta lo sguardo direttamente nell’obiettivo la ragazza dai capelli color platino, la pelle dorata nel costume bianco, abbagliante nella luce del sole del mattino, e sorride. Un sorriso ampio, rotondo, che nasconde l’inquietudine e il dolore di esistere. E’ appena uscita dall’ospedale psichiatrico e sta lavorando alla tesi di laurea, Lo specchio magico: uno studio sul doppio in due dei romanzi di Dostoevskij. Il doppio e la sua ambivalenza, il continuo trasmigrare tra luce e ombra, sarà tema ricorrente nella vita e nella poetica di Silvia Plath, scrittrice e poetessa vertiginosa, icona del movimento femminista e di intere generazioni di donne .

Continue Reading →

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

27. settembre 2017 by Anna Puleo
Categories: writing and more | Tags: | Leave a comment

← Older posts

Newer posts →